Gnu/linux a report!

30 04 2007

Ottimo anche se breve servizio di report sul risparmio con “software libero”:
eccovi il link

Finalmente qualcosa comincia a muoversi… e sentite quanto si può risparmiare!

In più un sito interessante di un ragazzo “che si vede in tv” 🙂 link

Annunci




Uso di ghost 4 linux

28 04 2007

Ghost 4 linux, o più semplicemente g4l, è un software del tutto simile a norton ghost. Permette di fare un’immagine di backup di una intera partizione del vostro HD. Volete conservare dati o più semplicemente avete configurato al massimo la vostra linux box e non volete rischiare di perdere tutto? G4L allora fa per voi…
Sembra e dico sembra! che funzioni anche su partizioni ntfs ma non voglio responsabilità sulle conseguenze! Io l’ho sempre usata per filesystem *unix!
Premetto che per ora ho solo fatto il backup del mio ubuntu.. per fortuna ancora non ho dovuto ripristinare 🙂 quindi vi spiegherò solo come fare il backup in pochi semplici passi.
1) Scaricate e masterizzate il software: potete trovarlo qui (scaricate la iso e non dovreste avere problemi).
2)Riavviate il pc con il disco di g4l inserito nel lettore (controllate che nel BIOS la sequenza di boot controlli prima i lettori DVD o CD)
3)Per prima cosa g4l vi fa scegliere un kernel da usare… io ho dovuto utilizzare il 2.6.16.6 (gli altri non mi vedevano gli HD SATA)
4)Dopo qualche secondo vi ritroverete di fronte alla linea di comando… ninete paura 😉 digitate
g4l

A questo punto comincia il vero lavoro. Per prima cosa vi spiego la suddivisione delle partizioni dei miei HD:
1 hd PATA —-> hda
diviso in due partizioni:
hda1 —-> ntfs — è la partizione con Windows
hda2 —-> ext3 — è la partizione con la / di linux

1 hd SATA —-> sda
diviso in tre partizioni:
sda1 —-> ntfs — è la partizione con i dati per windows… (ancora nn mi son deciso di eliminare tutta stà roba :))
sda2 —-> Fat — è la partizione che uso per scambiare file tra win e ubuntu
sda3 —-> ext3 — è la partizione dove stà la mia /home

Ora quello che volevo era: fare un immagine di hda2 con tutte le impostazioni di ubuntu e salvarla nella mia home.
Allora si prosegue così:
1) Scegliamo “File mode” —-> “select partition”
in questo passaggio montiamo la partizione sulla quale poi salveremo il file immagine, quindi scegliamo sda3. Il programma ci dice che dovremo salvare l’immagine nella cartella /mnt/local/
2) Scegliamo “Launch client” e selezioniamo la partizione da backuppare… nel mio caso hda2.
3) Diamo il nome all’immagine: /mnt/local/backup.img.gz e premiamo F5.
4) Nella schermata successiva ho lasciato tutto di default, quindi compressione gzip (mi sembra un’ottima scelta) ecc. ecc…
5) Ancora F5 e il programma ci farà lasciare una descrizione all’immagine… ancora F5 e il backup finalmente parte.
Per salvare la mia root directory di circa 3 Gb ci son voluti 6-7 minuti…
E’ tutto!!

Per il restore la procedura sembra del tutto simile ma fortunatamente, come ho detto, non ho ancora avuto la necessità di provarla :).
Spero sia tutto il più chiaro possibile… alla proxima!





Esplosione a Gragnano

28 04 2007


L’esplosione della fabbrica di fuochi d’artificio a Gragnano è stata una tragedia per tutto il paese.
Non voglio fare ipotesi o dire le cavolate che hanno detto un pò tutti, ma una cosa devo dirla:
il video mostra la spaventosa esplosione a qualche chilometro di distanza ma è comunque impressionante.
Immaginate cosa succederebbe se a saltare fosse, non una fabbrica legale, ma una delle tante “cantine” che si trovano spesso sotto le case in città… non oso neanche immaginarlo.
Il pensiero comunque va alle persone che hanno perso la vita.





Phishing Intesa Sanpaolo

27 04 2007

Guardate che bella mail mi è arrivata:

Caro membro di Intesa Sanpaolo,

Per i motivi di sicurezza abbiamo sospeso il vostro conto di operazioni bancarie
in linea a Intesa Sanpaolo. Dovete confermare che non siete una vittima del
furto di identit? per ristabilire il vostro conto.

Dovete scattare il collegamento qui sotto e riempire la forma alla seguente
pagina per realizzare il processo di verifica.

http://0322.0274.0332.067/www.sanpaolo.com/

Li ringraziamo per la vostra attenzione rapida a questa materia. Capisca prego
che questa e una misura di sicurezza progettata per contribuire a proteggere voi
ed il vostro conto. Chiediamo scusa per eventuali inconvenienti.

Francamente, Reparto Di Rassegna Di Conti Di Intesa Sanpaolo

Non risponda prego a questo E-mail. La posta trasmessa a questo indirizzo non
puo essere risposta a.

© Intesa Sanpaolo Codice Fiscale n. 00799960158 – Partita I.V.A. n. 10810700152

Io non sono “membro” (che vogliano inconsciamente chiamare “caxxone” chi ci casca? :)) di intesa San Paolo… ma analizziamo il testo:

Per i motivi di sicurezza abbiamo sospeso il vostro conto di operazioni bancarie
in linea a Intesa Sanpaolo

Dovete scattare il collegamento qui sotto e riempire la forma alla seguente
pagina per realizzare il processo di verifica.

Qui sono evidenti gli errori grammaticali e di traduzione… cosa che fa pensare ad una traduzione su un motore come google translate… “scattare il collegamento” e “riempire la forma” non sono proprio concetti italiani 😀

Il link poi è una poesia 😀

http://0322.0274.0332.067/www.sanpaolo.com/

ma daiii… tra l’altro non è neanche più raggiungibile (per fortuna) quindi probabilmente è già stato bloccato.

E in ultimo:

Francamente, Reparto Di Rassegna Di Conti Di Intesa Sanpaolo

Francamente?!?!?!? 😀

Comunque è bene tenere sempre la guardia alzata e non fidarsi di queste mail che arrivano… per esempio in questo caso sarebbe stato opportuno chiamare la banca prima di compilare questa fantomatica “forma”.
Ciao





Ottimizzare gnome

27 04 2007

Questo articolo esiste giusto per ricordarmi cosa ho fatto per ottimizzare Gnome dopo il passaggio di versione da Edgy a Feisty.

Il modo più corretto (e dove ho preso spunto per fare tutto) è sul sito di pollycoke.

Per prima cosa facciamo una copia delle cartelle che poi elimineremo.
Potete farlo tranquillamente per via grafica… prendete dalla vostra home le cartelle:
.gconf, .gconfd, .gnome, .gnome2, .gnome2_private, .config, .local, .nautilus
e fatene una copia in una cartella di appoggio (dove vi pare sul desktop in qualche altra cartella…)

Fatto il backup… pialliamo tutto:
Andate in consolle Ctrl+Alt+F1
loggatevi e fermiamo gconftool:
gconftool-2 --shutdown
Cancelliamo i file di configurazione:
rm -rf /home/vostrouser/.gconf* /home/vostrouser/.gnome*
rm -rf /home/vostrouser/.config /home/vostrouser/.local
rm -rf /home/vostrouser/.nautilus

Fatto questo sloggatevi e tornate su X:
exit
Ctrl+Alt+F7

Riavviate e…
Tadaaa… riavrete Ubuntu come fosse nuovo…
un ultima cosa… a me è stato comodo almeno recuperare le impostazioni di evolution, vi ricordate le copie di backup che abbiamo fatto?? 😀
cp -a /home/doveavetebackup/.gnome2_private/Evolution /home/vostrouser/.gnome2_private
killall gconfd-2
cp -a /home/doveavetebackup/.gconf/apps/evolution /home/vostrouser/.gconf/apps

E’ tutto, devo dire che a me, che ero passato da dapper—>edgy—>feisty, sempre aggiornando, tutto risulta più scattante.
Ciao





Uso di Envy

26 04 2007

Envy è una piccola applicazione che aiuta nella installazione dei driver proprietari ati o nvidia.

Prima di cominciare: fate una copia di Backup del vostro xorg.conf

cp /etc/X11/xorg.conf /home/vostrahome/xorg.conf.bak

La procedura di installazione è molto semplice:
dopo aver scaricato l’applicazione da questo link basta installarlo con gdebi e selezionare:

Install the ATI driver

nel mio caso almeno.

La procedura fa tutto in automatico e dovrebbe installare i driver fglrx.

Leggi il seguito di questo post »





Blogger—>WordPress

26 04 2007

Aggiornamento: Questa mattina sono riuscito a completare l’importazione dei post da blogger… che dire?
Complimenti!!

Primi problemi 😀

Sembra che il modulo di importazione dei post da blogger non sia ancora perfettamente funzionante… A dire il vero sembra più per alcune modifiche fatte dagli sviluppatori di Blogger stesso.

La nota positiva è stata che non appena ho segnalato con un feedback il problema uno sviluppatore mi ha subito contattato per avere ulteriori dettagli! Complimenti!

Ci sentiamo per ulteriori sviluppi!

Ciao